Rotterdam si differenzia dalle altre città che abbiamo visitato in Olanda per la sua architettura moderna e avveniristica che ne ha caratterizzato in modo forte lo skyline.

Tra gli elementi più particolari spiccano sicuramente il complesso delle Case Cubiche (Kijk-Kubus) di Piet Blom, inclinate di 45 gradi e posizionate sopra grandi piloni esagonali. La maggior parte delle case sono abitate, ma una è diventata museo ed è possibile visitarla. Una volta all'interno ci si rende conto di come abbiano sfruttato al meglio questi spazi fuori dall'ordinario.

Questo complesso, si affaccia sul Oude Haven, il vecchio porticciolo simbolo della storia marittima di questa città. A pochi passi si trova anche l'Haven Museum. Qui si può passeggiare liberamente tra i moli, dove sono ormeggiate navi storiche di ogni tipo.

Snack fritti

Poco distante dalle Case Cubiche, troverete anche il famoso Markthall, denominato anche Koopboog. Tale edificio comprende un immenso mercato coperto, locali e una parte residenziale. L'aspetto particolare è dato dalla sua forma a U rovesciata. Il suo soffitto a volta è caratterizzato da murales sgargianti che rappresentano frutta e verdura.

Al suo interno, troverete sicuramente modo di fare uno spuntino di vostro gusto. Noi abbiamo optato per due snack fritti: echte patat le classiche patatine, che qui vengono consumate in grande quantità e un kassouffleé, un formaggio impanato e fritto.

Le vie di Rotterdam oltre ad offrire diverse opere di architettura moderna all'aperto, sono piene di splendidi murales. Attraverso l'app mobile Rewriters avrete modo di scegliere il percorso che più vi interessa e conoscere la città al di fuori dei percorsi più turistici. Quelli che ci hanno più colpito sono della serie "Make it happen", commissionati dal comune della città con lo scopo di invitare le persone ad essere parte stessa del dipinto. Questa frase è diventata anche una sorta di slogan che caratterizza la città.

Ringraziamo per l'idea Marco e Irene di Stacca e Viaggia

Se volete fare un salto nel passato e fare una pausa da questa architettura moderna, potete visitare nei dintorni di Rotterdam il parco di Kinderdijk, parte del patrimonio dell'UNESCO. Questa area è caratterizzata da 19 mulini a vento, distribuiti lungo i canali che attraversano questa area. Qui si possono ammirare diverse tipologie di mulini e durante il periodo estivo vengono anche messi in funzione. La passeggiata è davvero notevole e gli scatti sono uno più bello dell'altro. L'accesso al parco è gratuito, se invece volete scoprire qualcosa di più sulla storia dei mulini e visitarne anche l'interno è necessario pagare il biglietto di ingresso.

Poffertjes

Se avrete voglia di proseguire oltre i primi mulini, riuscirete a seminare gran parte dei turisti. Lungo il percorso abbiamo anche provato un'ulteriore specialità locale: i poffertjes piccoli pancake ricoperti di burro e zucchero a velo. Una dolcezza che mette in pericolo il colesterolo, ma molto gustosa.

Prima di partire

  • kink kong hostel
    dove soggiornare? A Rotterdam abbiamo deciso di soggiornare in un ostello, il King Kong Hostel, ostello di design che dispone anche di camere private. Molto carino e posizonato in una delle vie più alla moda della città. Si è rivelato una ottima scelta. A poca distanza è presente un posteggio. Mettete in conto 28€/giorno
  • come mi muovo in città? Pur essendo una metropoli, Rotterdam ha un centro contenuto. Noi ci siamo spostati solamente a piedi, anche per raggiungere i murales fuori dal centro
  • per mangiare? Per uno spuntino la scelta migliore è sicuramente il Markthall, la scelta qui è davvero infinita, con stand di cucina da tutto il mondo. Noi per cena abbiamo optato per un ristorante poco distante, The Fish Market . Ci siamo trovati bene, date uno sguardo alle offerte del giorno, al lunedì quando ci siamo stati c'era lo speciale aragosta!
booking logo

Se sei interessato a prenotare tramite Booking.com, utilizzando questo link riceverai 15€ di sconto per la tua prenotazione, anche se sei già registrato