Sorella minore della vicina Milos, molto spesso viene relegata ad una visita toccata e fuga in giornata. Noi abbiamo deciso di dedicarle due giorni e vi possiamo confermare che merita senza dubbio un po’ più di tempo per essere apprezzata.

Qui il tempo scorre lento e le dimensioni ridotte dell'isola vi porteranno ad apprezzare le giornate in modo molto più rilassato e tranquillo. In linea con questa atmosfera le diverse "biblioteche all'aperto" che troverete in spiaggia o nel centro del Chorio, che vi invitano alla lettura e al relax.

Punti di interesse

Sull’isola il principale punto su interesse è il Chorio, arroccato sulla collina, dove sono certa vi perderete volentieri come noi tra le strette vie e le case bianche.

Il Chorio è suddiviso in due parti: il Kastro, al centro e tutto intorno la parte più moderna della città.

Troverete due portali che vi consentono di accedere all'interno del Kastro uno a sud e l'altro a nord. Non è rimasto molto del suo splendore passato, ma merita ad ogni modo una breve passeggiata.

Intorno al Kastro, si è successivamente sviluppato il resto del paese, con piccole piazzette su cui si affacciano locali e vie ben curate con negozi particolari. Sono certa che noterete come noi che in molti punti, oltre a decorare con il classico bianco la pavimentazione, spesso si trovano anche scritte dipinte, poesie o indicazioni (come per la panetteria dell'isola).

In due diversi punti, troverete anche qui le "biblioteche a cielo aperto", assolutamente molto instagrammabili. Un'idea davvero originale e in linea con l'atmosfera dell'isola.

Troverete anche diverse chiese, alcune particolarmente imponenti se comparate alle dimensioni ridotte dell'isola, come Panagia Odigitria.Tra queste, spicca anche la chiesa bizzantina dedicata a Agios Ioannis Chrisostomos, che si distingue dalle altre per l'insolito rivestimento a mattoncini e sassi.

Oltre ai classici negozi di souvenir, ci sono piccole botteghe molto caratteristiche che vendono i prodotti locali, tra cui i rinomati formaggi.

Alla sera il centro si anima e dopo cena merita una passeggiata alla scoperta di insolite decorazioni.

Oltre al Chorio, ci sono altri punti di interesse anche sulla strada verso nord, in direzione Prassa, dove vi consiglio di fermarvi per una tappa a Rema e Goupa. In questi piccoli borghi di pescatori, non sarà insolito incrociare qualche abitante intento a verniciare di bianco la strada nonostante il sole cocente. Tra queste due località, oltre ai classici syrmata di Milos, troverete anche un'insolita formazione rocciosa, molto simile ad un elefante.

Spiagge

Durante i nostri due giorni, abbiamo avuto modo di visitare le spiagge principali, anche se ne troverete molte altre senza nome lungo il percorso. Siamo partiti dalla più rinomata Prassa, sabbia fine e acqua trasparente, ma non la nostra preferita, un po' per il vento e per il fatto che in tarda mattinata tende ad affollarsi.

Ci siamo poi spostati verso le spiagge della costa sud, partendo dalla più lontana Mavrospilia, mare tranquillo con solo la parte centrale attrezzata e un piccolo baretto. Nonostante siamo arrivati sul tardi non abbiamo fatto fatica a trovare uno spazio tutto per noi.

Siamo poi passati da Ellenika, ma c’erano parecchie tende di ragazzi accampati in spiaggia e non ci siamo fermati.  

Molto belle anche Kalamitsi con una taverna alle spalle e forse la migliore dell’isola per noi Bonatsa, bella baietta contornata da tamerici e una piccola zona attrezzata. L’acqua è ancora più bella che a Prassa!

Cucina

Tra le specialità, vi consigliamo di non perdervi la ladenia, una focaccia croccante con pomodoro e cipolla. È tipica di Kimolos e Milos e nella panetteria a Chorio c’è la coda al mattino per acquistarla.

In base alla nostra esperienza, vi consigliamo di dedicare a Kimolos qualche giorno, solo così potrete scoprire tutto ciò che ha da offrire e avrete modo di rallentare i ritmi e godervi in pieno la sua rilassata atmosfera.

Prima di partire

  • Come si raggiunge? Si raggiunge in traghetto da diverse isole, noi ci siamo arrivati da Sifnos (passando per Milos) con un traghetto lento in circa 2h e 30min. In alterativa, se il mare lo consente, c’è una barca veloce che collega Kimolos con Apollonia (Milos) in circa 20min

  • Quanti giorni servono? Noi gli abbiamo dedicato due giornate e per quello che ci eravamo prefissati, sono state più che sufficienti

  • Come mi muovo sull'isola? Per spostarvi vi consigliamo un mezzo a noleggio, uno scooter o una piccola auto. Probabilmente l'auto è la scelta migliore perchè la gran parte delle strade per raggiungere le spiaggie sono sterrate

  • Dove soggiornare? Noi abbiamo scelto una struttura con Airbnb Elena’s House. Si trova nel Chorio, a pochi passi dalle vie principali. Avrete modo di dormire in una casa tipica, che offre un balcone con vista sul porto di Platsi. Mettete solo in conto un po’ di rumore alla sera, la movida non termina presto

  • Dove mangiare? Noi abbiamo avuto modo di provare due diversi ristoranti:
    • il primo imperdibile è Palaia Agora, specializzato in souvlaki e gyros, la carne è davvero gustosa e le porzioni generose
    • In alternativa, per una cena greca tradizionale a prezzi un po’ più elevati I Kali Kardia "Bohoris"

  • Marmellate
  • Cosa comprare? Tra i prodotti più particolari, vi consigliamo le specialità a base di fico d’india (il liquore e le marmellate) da acquistare da Stou Fragouli, nella piazza principale del paese